il castello di Fènis

Poco importa che siate dei fan de “Il Trono di Spade” o siate cresciuti con “Fantaghirò”, il castello di Fènis vi incanterà.

Certe atmosfere fiabesche e medievali piacciono davvero a tutti.

Sarà per questo che il castello di Fènis, splendido maniero sito nella località omonima, attira ogni anno visitatori da tutto il mondo.

Non si tratta semplicemente di fare visita a una struttura che offre più dell’immaginabile in termini di architettura e storia.

Si tratta prevalentemente di fare una vera e propria esperienza, un viaggio nel tempo misurabile in sensazioni.

Il castello di Fènis: la storia di un mito

Va detto che il castello di Fènis è uno dei castelli medievali meglio conservati in tutta Italia.

Torri, mura merlate, portoni maestosi.

C’è tutto quello che nell’immaginario collettivo assoceremmo a un castello del medioevo che sembra venir fuori da una favola dei fratelli Grimm.

Il castello è in ottimo stato di conservazione nonostante porti “sulle spalle” quasi 700 anni di storia. Pare infatti che i lavori di costruzione si realizzarono tra il 1320 e il 1420 circa.

Un secolo – difficilmente misurabile con precisione per ovvie ragioni – per dare forma a una dimora estremamente elegante.

È lecito pensare che il castello di Fènis non sia nato per essere una roccaforte difensiva.

È nel bel mezzo di prati lussureggianti e – contrariamente a molti castelli arroccati – si trova in una posizione priva di qualsivoglia difesa naturale.

Negli anni il castello di Fènis ebbe diverse “sessioni” di costruzioni e ristrutturazioni, passando di famiglia in famiglia.

I primi lavori partirono per volontà di Aimone di Challant, che ereditò il castello di Fénis dal nonno Ebalo Magno, e proseguirono per volere dei più importanti esponenti della casata degli Challant  che lo resero “prezioso” con decorazioni e affreschi.

Con il declino della Famiglia, nel ‘400, arrivò il declino anche per il castello di Fènis che, però, fu recuperato da Alfredo d’Andrade, che acquistò il castello nel 1895 e, dopo uno splendido restauro, lo donò allo Stato.

Il castello di Fènis: struttura e posizione

Oggi il castello di Fènis ha uno splendido cortile con affreschi in stile gotico internazionale che permette di accedere a un piano terra che racconta storie incredibili.

Qui si trovavano la sala d’armi, le stanze con i trabocchetti per i condannati a morte, la cucina e la magnifica sala da pranzo.

Al secondo piano le stanze da letto con il loro passato di amori e tradimenti che le guide sapranno raccontarvi con dovizia di particolari.

Il castello di Fènis si trova a soli 25 minuti d’auto dall’Hotel Maison Tissiere.

Ed è facilmente raggiungibile su strade comode e veloci come  la Strada Statale 26 della Valle d’Aosta e la Strada Regionale 46 della Valtournenche a Châtillon.

Vienici a trovare e scopri le nostre esclusive offerte!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>